Le 12 Convinzioni del Carisma Personale


La maggioranza delle persone che possiedono carisma personale hanno convinzioni che permettono loro di comportarsi nei modi più funzionali. Ho sintetizzato le convinzioni chiave del carisma personale nella lista che segue. Sono quelle che chiamo “convinzioni del carisma”.

1. Non esiste fallimento, solo feedback.
Questa convinzione è semplicemente il modo più funzionale di concepire il “fallimento”. Ricordati che il fallimento è un concetto che è stato creato da qualcuno in qualche momento del futuro. Non esiste in realtà.
Quando “fallisci” in qualcosa, ciò che accade è semplicemente che non raggiungi il risultato che volevi. 
Invece di quello, ottieni un risultato diverso. In sostanza, ricevi delle informazioni che ti dicono che ciò che hai fatto non ha funzionato e che devi provare a fare qualcosa di diverso.
Il fallimento è semplicemente un feedback che ti può aiutare a fare meglio, ed ogni volta che non riesci in qualcosa è un’opportunità rara e senza precedenti di imparare qualcosa di nuovo.

2. Il rifiuto è una cosa che riguarda l’altra persona: non significa nulla, esprime semplicemente la sua percezione di quel momento, i suoi interessi e le sue priorità.
Il rifiuto ci fornisce semplicemente informazioni sul punto di vista dell’altra persona, o sulle circostanze che sta vivendo. 
Non significa nulla su chi tu sia o su quanto tu sia bravo o valido. 
Al contrario, rivela semplicemente che il punto di vista dell’altra persona non approva te e ciò che sembri offrirle. 
La verità è che spesso l’altra persona ha pochissime informazioni su ciò che tu offri e si basa su di esse per fare la sua valutazione. 
Nel caso in cui una persona venga respinta dal proprio compagno o dalla propria compagna nel corso di una relazione sentimentale di lunga durata, la cosa non dipende completamente dalla prospettiva dell’altro, poiché i meccanismi per cui ci si innamora, si ama e si smette di amare influenzano il modo in cui si viene visti dall'altra persona, e ne distorcono la prospettiva.

3. L’imbarazzo e il disagio esistono solo nella mente. Sono una scelta.
L’imbarazzo ed il disagio possono esistere solo se sei tu a creare quegli stati dentro di te. 
Puoi fare qualcosa di ridicolo e sentirti a tuo agio o, al contrario, sentirti in imbarazzo. Alla fine, sta a te la scelta. In presenza di altre persone, puoi sentirti a disagio o a tuo agio. Ancora una volta, dipende da te.
La chiave è ricordartelo e, quando sei in situazioni che in passato ti avrebbero fatto sentire a disagio o in imbarazzo, assicurarti di sentirti deliberatamente più a tuo agio possibile, eliminando la possibilità di entrare in stati di disagio o imbarazzo.

4. La serietà è una malattia che si può curare con le risate.
Una delle cose più importanti di cui ci si deve rendere conto è che un grande segreto per avere una comunicazione efficace e meravigliosamente allegra con le altre persone è ricordarsi l’importanza delle risate. 
Essere in grado di ridere nelle situazioni più strane e trovare sempre il lato divertente della vita sono ingredienti fondamentali per riuscire ad andare d’accordo con gli altri in modo brillante e per essere il tipo di persona con cui è piacevole passare il tempo.

5. Analizzare troppo le cose ed essere oltremodo attenti a tutto fa diventare stupido chi è intelligente e imbranato chi è in gamba.
Due dei comportamenti più stupidi che impariamo ad assumere quando siamo a contatto con gli altri sono: analizzare eccessivamente i nostri pensieri e fare troppa attenzione a ogni nostra azione. Evitali, e scegli di vivere più spesso nel presente.

6. Il carisma è un’impressione che si può aumentare o diminuire.
Non andiamo in giro ogni giorno con la stessa “quantità” di carisma. 
Al contrario, abbiamo molto potenziale e lo realizziamo maggiormente in diversi momenti. Inoltre, una volta appreso come riuscire a creare e coltivare più carisma, puoi scoprire come diminuirlo e aumentarlo a tuo piacimento.

7. Le persone non sono quello che fanno: sono tutto ciò che possono diventare al meglio delle loro possibilità.
È importante evitare di far coincidere le persone con i loro comportamenti. Accade troppo spesso di pensare che, poiché ci siamo comportati in un certo modo, questo ci rende un determinato tipo di persona. Quando, invece, ti rendi conto di essere il tipo di persona che è in grado di fare molto di più di ciò che ha mai ritenuto possibile, puoi continuare a goderti le cose che fai, compiendo azioni che ti consentono di avere risultati migliori nella vita.

8. Se vuoi ottenere ciò che desideri, smetti di averne bisogno.
In psicologia c’è una legge nota come la “legge dello sforzo inverso”. 
In pratica, afferma che più ti sforzi di fare qualcosa, più diventa difficile riuscirci. Quindi, più ti sforzi di dormire, più ti senti sveglio; più provi a smettere di preoccuparti, più vai in panico. 
La chiave è ricordarsi che bisogna imparare a sentirsi “ok” anche quando si presenta il caso peggiore. Una volta fatto questo, non avrai più disperatamente bisogno che si verifichi il caso migliore: semplicemente sarà un tuo desiderio, e ciò renderà molto più probabile che accada.

9. Le persone vogliono di più ciò che devono faticare per ottenere.
Molto spesso, le persone attribuiscono più valore a qualcosa che possono ottenere solo con sudore e fatica. 
C’è questa percezione per cui più si fatica per ottenere qualcosa, più sarà bello quando, finalmente, lo si sarà ottenuto. Sebbene questo non sia sempre vero in senso stretto, è importante rendersi conto che è vero che si tende ad avere quest’idea. È quindi utile evitare di lasciare che qualcuno ottenga le cose troppo facilmente e velocemente, poiché potrebbe rischiare di non attribuire loro il valore che meritano.

10. Il silenzio parla, se glielo permetti.
Non si può non comunicare. 
Ogni cosa che fai o non fai comunica qualcosa a un’altra persona. 
Tenendo questo a mente, quando stai zitto gli altri si faranno un’impressione di te e di ciò che significa quel silenzio.
È importante che sia tu a controllare ciò che significa il silenzio, perché se non lo fai tu lo faranno gli altri, e potrebbero non farlo nel modo più utile per te.

11. Va’ più d’accordo con te stesso e andrai più d’accordo con tutti gli altri.
La chiave per andare d’accordo con gli altri comincia dall'andare d’accordo con se stessi. 
Quando tratti bene te stesso, ti eserciti a trattare bene gli altri. Inoltre, cosa ben più importante, quando sei contento di te stesso ti senti bene, e ciò ti pone nello stato migliore per stare insieme agli altri.

12. Sei tu che definisci chi sei. Sei tu a decidere cosa fai. Sei tu a decidere il modo in cui vivi.
È importantissimo ricordarsi che sei tu ad avere il controllo di ciò che pensi di te stesso. La maggior parte delle persone non si rendono conto che sono loro a dirigere il loro cervello. Una volta compreso questo, puoi assicurarti di mettere al lavoro il cervello e usarlo deliberatamente per migliorare la qualità della tua vita.
(Owen Fizpatrick)

Compartilhar no Google Plus

About Diego Trambaioli

    Comentar no Google+
    Comentar no Facebook